Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Placieslaf

Anima straripante

Vastissimo fiume,
anima straripante,
flusso ricorrente
di pensieri anarchici.

Diga minuta e fragile,
corpo insufficiente,
mezzo contenente
spirito di creazione.

Infinitamente esteso carcere,
mondo venuto dal mondo,
quasi fuoco spento
mutato dal respiro.

Spontanea e dolce illusione,
dio dei pretesi dolori,
con una mano si colgono fiori,
con l'altra si taglian le dita.
Giuseppe Burgio
Composta martedì 24 maggio 2011
Vota la poesia: Commenta