La pace del mare.
Su gosu e su mare.

Leggi la storia
Su connotu lezze
di ogni granello
in donzi granu
di sabbia.
E rena.
Ascolta
Intende
la voce del vento,
i s'area sa oghe
che ti canta del mondo,
cantones
del vivere ora.
In bida e oje
Fatti scaldare
Dae su sole
dall'ultimo sole
de atonzu
e cogli il sorriso
faghedi caentare
di ogni suo raggio.
Chi donz'ispera t'iscanzat.
Posa il tuo sguardo
Apompia
al confine del cielo,
a sa lacana e su chelu
e posa sopra le nubi,
poneche subra e nues
stupidità e inutili ingombri...
aumbrados impapuzzos...
cedendoli in cambio
in cuncambiu lendheche
di lineari emozioni.
Bonos sentidos.
Vivi la pace del mare.
Intende su gosu e su mare.
Giovanni Chessa
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di