Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: austriaca64

Senso di colpa

Senso di colpa,
maledettamente difficile di sopportarlo,
fa male e rode dentro la tua anima,
chiudi gli occhi, non ci penso, cerco di non pensare, ma
eccolo qua, due occhi fulminanti, penetranti e senza pietà
che ti guardano dal interno delle palpebre, apro gli occhi, un sapore
sgradevole, nel mio interno mi sento cadere in un pozzo senza fondo,
il conforto si fa strada nella mia anima, pensieri, lontananza, ferite non
macinate ancora dolorante... il desiderio di non pensarci,
lavanda, camomilla, valeriana, sono loro la compagnia notturno, sono
loro che si impegnano a cacciare via,
il brutto sapore... del senso di colpa.
Gabriella Cannavacciuolo
Vota la poesia: Commenta