Scritta da: Andrea De Candia

Poi

Poi ti raggiungerò
là dove – abbandonata
la via terrestre, simile
a rotaia in disuso –
s'incammina lo spirito, esitante,
confuso ancora al grido, ancora all'orlo
della sua cieca vibrazione umana.
Io ti raggiungerò
dove tu "Sono qui!"
balenerai, che ancora dalla fascia
del buio mi districo.
"Qui dove" – nell'angoscia
di troppa luce, nessuno distinguendo –
ti griderò. Ma già saremo Uno.
Fernanda Romagnoli
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Andrea De Candia

    Mar Rosso

    L'animo del poeta: un espatriato!
    Un erede di ghetti dati al fuoco!
    Non ha foglio di profugo. Non chiede
    viveri sigarette posto-letto.
    L'atlante – cancellato alle sue spalle.
    Pura circonferenza l'orizzonte
    (egli – al centro – il suo passo beduino).
    Su dal mattino – come da un bivacco;
    giù al tramonto, vermiglia intermittenza
    d'una misura senza fine.
    Ma a notte... come dolce il suo Mar Rosso
    trabocca in lui, l'inonda fra le ciglia
    quand'egli giace – tutto il cielo addosso.
    Fernanda Romagnoli
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di