Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Federica Del Monte

Pagina d'autunno

Vorrei essere la donna
che si sveglia al tuo fianco
il primo giorno dell'anno.
Prenderti per mano,
raccontarti le mie paure
senza spegnere il tuo sorriso
che è sempre stato il mio orizzonte.
E con la musica nel tempo
cambiare il destino
che ha scelto per noi.
Vorrei essere la stella cadente
che ogni sera cerchi nel cielo
e caderti come una luce nel cuore.
Invece sono solo
un pianoforte senza note,
aspetto di toccare l'infinito
davanti al cancello chiuso
di un luna park vuoto.
E sotto un lampione acceso
lascio che la pioggia mi scivoli addosso
come questo dolore
che bagna ogni centimetro di pelle.
Ho solo una maglia blu
del colore dei sogni
che odora ancora di te,
e mi ricorda una pagina d'autunno.
Federica Del Monte
Composta martedì 9 gennaio 2018
Vota la poesia: Commenta