Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Gomnik

Oro

La mia deformità?
Per tutta la vita
Curvai la schiena
Cercando pepite
Nel greto del fiume
I miei dolori?
Per tutta la vita
Ho massacrato le membra
Scavando la roccia
Delle miniere più profonde
E nel buio
Violentai le pupille
Mirando alle polveri d'oro
Nel fango dei ruscelli
Ebbene, solo adesso
Che ho lasciato la miniera
Ho trovato la ricchezza:
La mia mano non stringe pepite
Ne l'occhio ammira scintillanti pagliuzze,
Ma io son sommerso dall'oro del sole.
Fabrizio Ibba
Vota la poesia: Commenta