Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Enrico G.

Triste primavera

Tornando a casa da scuola saluto la maestra,
oggi la mamma mi ha preparato la minestra.
Aspettando che sia pronto da mangiare,
mi affaccio alla finestra ed inizio ad ammirare
gli uccellini che cantano felici.
Sembra mi salutino come fossero miei amici.
Un piccolo uccellino mi guarda curioso
cinguettando quel verso melodioso.
Sembra ammagliato dal mio sguardo basito
vola da me ma, sbattendo contro il vetro appena pulito,
cade per terra morto stecchito.
Enrico Grazioso
Composta giovedì 11 agosto 2016
Vota la poesia: Commenta