L'Aquila perché tremi? Hai paura?

L'Aquila perché tremi?
Hai paura?
No... Tu sei così forte
Bella, colta e gentile,
eppure tremi!
Tremi, ma chi temi?
Perché crolli!
Non crollare!
Fatti Amare da chi
ti vuole innalzare,
come una Bandiera,
come una preghiera.
Una Preghiera
rivolta al Signore
con tutto il cuore.
L'Aquila non temere,
ci siamo noi bambini
che ti vogliamo bene.
Riapri le tue lunghe ali
ferite dal terremoto
e torna a volare.
Il tempo guarirà e riporterà
tutto alla normalità.
Risorgi come è risorto Gesù
e non crollare mai più.
Vola, vola, vola più in alto che puoi.
Eleonora Ricciuti
Composta martedì 9 giugno 2009
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di