Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Edda Baioni

Discoteca

Luc(i)  viulent... milla e più culor
saltell.n quà e là da fa' smatì.
Musica fort... fr.nettich 'l rumor
e passa la nutata com 'l dì.

Ntra quattr salti, npò d' cumpagnia
vivi nt'n mond fint, sensa spina
e nun t'acorgi ch'è ora d'andà via
vedi sol ch schiarisc... e già matina.

Dietra l' spall armann l'eufuria
adè c'è sol 'l sonn, la strachezza
la fuga d'arivà e... voli via!
Nun pensi più a la bella giuvinezza.

Calcò c'è stat ch n'ha funziunat...
'na rota p.r aria gira l.ntament...
armann sol 'l piant disp.rat
d' chi sensa d' te... nun cià più gnent!


Luci violente... mille e più colori
saltellano qua e là da fare impazzire
Musica forte... frenetico il rumore
e passa la nottata come il dì.

Tra quattro salti, un po' di compagnia
vivi in un mondo finto, senza spine
non ti accorgi ch'è ora d'andare via
vedi solo che rischiara... è già mattina.

Dietro le spalle rimane l'euforia
adesso c'è solo il sonno, la stanchezza
la fretta d'arrivare e... voli via.
Non pensi più alla bella giovinezza.

Qualcosa c'è stato che non ha funzionato...
una ruota in aria gira lentamente...
rimane solo il pianto disperato
di chi, senza di te... non ha più niente...
Edda Baioni
Vota la poesia: Commenta