Poesie di Duilio Scandali

Poeta, nato lunedì 27 novembre 1876 a Udine (Italia), morto mercoledì 11 luglio 1945 a Ancona (Italia)

Scritta da: Danilo Sarra

La vechia che va a l'uspizio

- o nona!... Nona!... Nona bela mia!
- Sta bono, Rafaelì, nun piange tanto...
... Vago a l'Uspizio, miga al Campusanto...
Me vinirai a trovà 'nsieme cun zia...

- Mama!... c'è la carozza!... Tirè via!
- Scì. Ve saluto, gente... e scusè tanto...
... Gesù!... Cume farò a fermà stu pianto?
- Nona! Nona! - Curagio, Rosalia!

- Curagio?... Eh, quelo scì, ce n'ho un bel po'...
... Dopo una vita amare cume el fiele,
andà a fernì scurdata in t'un cantò,

è bruta!... è bruta!... è mej le Tavarnele!
... Quel'anima de Dio!... Cume farò
a nun cantai la nana?... Adio, surele...
Duilio Scandali
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di