Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Daniela

Il corpo che ti chiede

La melodia del tuo corpo tace
il mio amore
il mio sogno
nell'ora calda
chiede riposo.
Eravamo tracce
bruciati dal sale e dal mare
nudi
sofferenti nel tempo
corpi
sotto una pioggia di baci.
Circondati dall'aurora
ora riposiamo
senza tristezza
senza paura
toccandoci appena
con anime riverse
in viaggio
dentro noi stessi.
Daniela Febbraro
Vota la poesia: Commenta