Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: CristinaOlga

L'isola che cercavo

Il silenzio e il deserto sotto casa
sono pace per me.
L'isola che cercavo.

Immobile l'aria mi accompagna.
Mi riporta indietro. Al primo sole,
in primavera.

La strada vuota è lunga,
e solo mia.
Non cerca compagnia.

Riposa finalmente.
Nessuno la calpesta.

Alcune voci risuonano,
e si dileguano.
Passanti in fretta,
via dal mondo...

Più tardi le campane
risuonano felici,
è sera.

Apro le finestre.
Il suono che cercavo,
libero dal frastuono
che sempre invade tutto.
Cristina Valentino-Torquati
Composta martedì 31 marzo 2020
Vota la poesia: Commenta