Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Cristina Frigoli

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Nessuno2.

La notte

Di quel suo smarrir un'orrida uniforme
vestì, che le furon rapiti gli anni
di ormai lontano splendor.
Ed ecco nudamente l'antico dardo avvelenato
trafigger quel suo cuor di quercia duro e buono.
È forse sogno, oppure incubo?.
Oh buon Dio svela l'arcano mistero
al tuo soldato che si agita e dibatte furioso.
Ed ecco giunger la fiduciosa speme
all'udir la chiamata. Perduta ormai pareva.
Ma è stagion d'arte serena, e dell'essere.
Giovane condottiero la gloriosa battaglia
con i fantasmi del passato dovrai lasciar.
E a udir il Suo Eco, da quelle morte ceneri,
come una fenice risorse.
Cristina Frigoli
Composta venerdì 12 giugno 2015
Vota la poesia: Commenta