Scritta da: ANTONIO PISTARA
Come un faro

in una notte tempestosa le onde violente del mare che, scosso, naufraga tutto in un turbine senza scampo.

Come un faro, che ti indica che non è tutto perso, che laggiù c'è un piccolo bagliore di speranza.

Segui quella piccola luce, ti guiderà al porto della salvezza, e quando sarà giorno, il cielo tornerà limpido e il mare una distesa blu, infinita... allora tutto tornerà come prima.

Sono io il tuo faro, ti sto guidando alla gioia,
insieme e per sempre.
Ti amo.
Ciancio Todaro Gabriella
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di