Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Chiara Bala

Malinconia

Signora malinconia
tu che mi fai fuggire con lo sguardo in mezzo agli uomini
tu che logori l'anima e vuoi scoprire l'infinito nel finito
sono contenta di conoscerti
oh sì che lo sono signora malinconia.
Si inizia un po' a domarti quando accade questo
io ti riconosco ad occhi chiusi
hai vissuto nei miei occhi lucidi, nei nei miei incanti e ricordi inconsci
Sei inquieta e fastidiosa
ma indispensabile come l'autunno per le altre stagioni.
Chiara Bala
Composta martedì 31 gennaio 2017
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Chiara Bala

    Immortale dolore

    Immortale dolore
    è difficile non affezionarsi a te,
    perché sei come la morte nella vita, immortale
    tu muovi la noia degli uomini,
    li fai appassionare
    di te ci si innamora nel prendersene cura
    sei come la notte: buia, ma piena di stelle,
    e provarne a dare una misura sarebbe come spezzare la tua volta celeste,
    che se vissuta consapevole diviene magia
    diventi la vita nella morte.
    Chiara Bala
    Composta martedì 31 gennaio 2017
    Vota la poesia: Commenta