Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Luvgar

Tomba

Una tomba
fatta di psicofarmaci e sonno
dormiveglia la notte
e pesantezza di giorno,
qui, dove sono in mezzo ad assassini veri, gente che ha ucciso.
Io, qui per un diverbio finito a doppia minaccia,
il vicino di casa depravato che ai domiciliari ancora se la spassa.
Tomba.
La tomba mi darà riposo per questa vita,
scolpita dalle droghe, dalla loro soddisfazione, dalla loro psicosi.
Tomba, resterà un riflesso della mia vita su internet, che sarà un non nulla
se non abbiamo un'anima.
Asmodeo Von Doom
Composta sabato 6 gennaio 2018
Vota la poesia: Commenta