Scritta da: Antonio Spagnuolo

Onde

Ripeterai alle onde catturate in un tempo,
quando il sole infiammava fantasmi,
per incominciare a credere che non tutto
è misteriosamente scomparso fra le immagini
esaurite.
Più lieve il crepuscolo diluisce i colori della memoria:
un lieve sogno lasciato a riposare
la contraddizione che divideva il segreto
delle giovani membra.
Ora inseguo il sorriso, vagabondo,
per una brevità che mi confonde,
e qui, per qualche tocco, il respiro increspa
scivolando alle parole ripetute inutilmente
da un'attesa insicura.
Non posso riprendere abbandoni
fra le tue morbide curve
e riallacciare il canto in cui tuffare
ogni silenzio.
Antonio Spagnuolo
Composta mercoledì 10 marzo 2010
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di