Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Maresa Schembri

La soglia del niente (A mio padre)

Tramonta il sole
sulla Voce che tace.

L'Albero spoglio
affronta esausto
l'ultima battaglia
con occhi di pietra...
gesti di pietra...
sguardi di pietra...

Nembi muti
si posano freddi
su soglie di alabastro.

Il tempo
ingrato
scandisce l'ultimo richiamo.
E sulla soglia del niente
si perde l'ultimo sentiero:

una parte di me
si dissolve nel nulla
e su ali stanche
se ne va.

Buona...
Buona lunga notte, papà!
Antonietta Di Seclì
Vota la poesia: Commenta