Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Ciro Ventrazza
A chi affannosamente vive,
agli eterni distratti,
a chi non sa fermarsi,
a chi non sosta per un sorriso,
auguro un anno tranquillo,
attento alle piccole cose,
dove solo le novità siano veloci;
per cogliere i momenti,
per riderne davvero
per non dover mai dire "Se..."
e non perdere per strada
sguardi, angeli e fortuna.
Age
Vota la poesia: Commenta