Einstein aveva previsto tutto: ora i buchi neri sono realtà

Einstein aveva previsto tutto: ora i buchi neri sono realtà

Einstein aveva previsto tutto.

0
CONDIVIDI
einstein

Da ieri i buchi neri non sono più oggetti cosmici misteriosi: la prima foto che li ritrae segna un punto storico raggiunto dall’umanità. Ed Einstein già sapeva.

Fino alla giornata di ieri i buchi neri erano oggetti cosmici misteriosi: potevamo affidarci solo a ricostruzioni e illustrazioni artistiche, ma le cose sono clamorosamente cambiate da quando – alle ore 15 – è stata divulgata la loro prima foto da parte del progetto Eht. Ciò da un lato prova la loro effettiva esistenza, e dall’altro consente di poter osservare cosa accade quando la materia si avvicina ad un ambiente così estremo, dove la forza di gravità è enorme.

Ieri e oggi il mondo sta metabolizzando la scoperta, ricordando anche quanto sia stato fondamentale anche in quest’occasione il pensiero di Albert Einstein. Le prime conferme della teoria del celebre scienziato si ebbero tre anni fa: la collisione di due buchi neri risalente ad un miliardi di anni fa generò il primo segnale di un’onda gravitazionale. Un’eco lontana si può dire, ma sufficiente a confermare l’esistenza dei buchi neri.

Anche il compianto Stephen Hawking sapeva dell’esistenza dei buchi neri e riteneva che essi perdono progressivamente massa ed energia fino a svanire nel nulla, quasi come se “evaporassero”. Era il 1974. Tanti aspetti di questa scoperta devono ancora essere chiariti e altrettanti sono gli enigmi. Di sicuro questo rimane il momento più importante della storia insieme alla scoperta del bosone di Higgs e delle onde gravitazionali.

Su PensieriParole trovi tutte le più famose frasi di Albert Einstein. Un genio che aveva previsto ogni cosa.

NON CI SONO COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO