Pericolo smog e freddo: come prendersi cura di pelle e capelli

Pericolo smog e freddo: come prendersi cura di pelle e capelli

Temperature rigide e smog sono nemici della pelle e anche dei capelli, che soffrono l’aggressione degli agenti esterni tanto quanto l’epidermide.

0
CONDIVIDI

Temperature rigide e smog sono nemici giurati della pelle, lo dicono gli esperti e lo riconoscono la maggior parte delle persone. Quello che comunemente si ignora è che questi fattori costituiscono una minaccia anche per i capelli, che soffrono l’aggressione degli agenti esterni tanto quanto l’epidermide.

Freddo e smog: minacce insospettabili

Il freddo non inaridisce solo la pelle, ma secca anche i capelli causando la secrezione del 10% di sebo in meno da parte del cuoio capelluto. Mentre, per chi si interrogasse sugli effetti dell’inquinamento sui capelli è sufficiente pensare che, esattamente come i pori della pelle, anche la chioma assorbe le particelle presenti nell’aria. Dunque le polveri sottili e le altre sostanze chimiche dannose, che abbondano soprattutto nei centri urbani, mettono in seria difficoltà i capelli, minandone equilibrio e salute.

Per questo motivo è importante proteggere la chioma e se si notano colorito spento, prurito, o capelli fragili e che si spezzano è necessario correre ai ripari: questi sono tutti problemi legati allo stress da freddo e smog, e chiari segnali che cuoio capelluto e capelli stanno soffrendo.

Cure e soluzioni per aiutare i capelli contro le insidie della città e del freddo

Capelli fragili e sciupati possono essere un problema sia estetico ma anche e soprattutto un sintomo della salute compromessa della chioma. Per questo la mossa migliore è giocare d’anticipo e proteggerla prima che si rovini.

Lavare i capelli con il prodotto giusto è il primo passo per preservarne la salute e, dunque, utilizzare uno shampoo olio di qualità come Bioscalin Oil aiuta a proteggere i capelli dalle poveri sottili e ad isolarli dalle temperature invernali. Si tratta di un gesto semplice ma non banale, che serve a scongiurare e prevenire il rischio di conseguenze ben più critiche.

In aggiunta si consiglia di applicare un fluido ristrutturante e antiossidante prima di asciugare i capelli per donare elasticità alla chioma e creare un film protettivo dalle aggressioni esterne. Per rivitalizzare e rinforzare il fusto dei capelli si può anche optare per un trattamento al vapore.

Un altro aspetto da curare è l’alimentazione: per mantenere la pelle i capelli belli e sani si dovrebbe scegliere una dieta ricca di frutta e verdura e soprattutto di Omega 3, presente soprattutto nel pesce e nella frutta secca, che nutre le cellule che costituiscono il bulbo pilifero.

Un aiuto dalla natura: le piante anti smog

Se l’aria che ci circonda influisce sul benessere dell’organismo (capelli inclusi) una piccola astuzia è ricorre alle piante cattura-smog. Vernici, colle, fumo e smog sono fattori tossici spesso presenti nell’aria che respiriamo e alcune piante possono aiutare letteralmente a depurarla. Queste sono in grado di assorbire fino all’80% delle sostanze inquinanti presenti nell’ambiente, liberando umidità e ossigeno.

Il Ficus Benjamin ripulisce l’aria dal benzene, dalla formaldeide e dal tricloroeletilene (contenuto nei materiali per l’edilizia e l’arredamento). Gerbere, pothus, aloe e ciclamini assorbono il fumo di sigarette e il benzene. Le felci invece riequilibrano la carica ionica dell’aria casalinga. Insomma le piante giuste possono rendere più gradevoli e confortevoli gli ambienti permettendo di avere un’aria più sana.

CONDIVIDI

NON CI SONO COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO