Capodoglio spiaggiato a Ischia: è stato ucciso dalla plastica

Capodoglio spiaggiato a Ischia: è stato ucciso dalla plastica

Di seguito anche il video del ritrovamento

0
CONDIVIDI

Questo capodoglio era stato rinvenuto alla Vigilia di Natale, ma solo adesso si sono scoperte le cause della sua morte.

Un’altra triste vicenda colpisce per crudezza, e che ancora una volta deve farci riflettere: il capodoglio che si era arenato al largo di Ischia alla Vigilia di Natale è stato ucciso dalla plastica. Nel suo stomaco infatti sono state trovate buste di nylon e un intero filo di 8 metri, sempre dello stesso materiale.

Si chiamava Leopoldo ed è stato trovato morto mentre galleggiava esanime sulla costa di Forio, proprio in mezzo agli scogli degli Innamorati.  Probabilmente aveva scambiato le buste di nylon per dei calamari. L’associazione Marevivo Onlus, che si è occupata di studiare le cause della sua morte, ha tuonato: “Il suo ritrovamento rappresenta l’ennesimo messaggio chiaro, inequivocabile, che non possiamo più permetterci di ignorare: gli animali marini che abitano le nostre acque sono a rischio e dobbiamo fare qualcosa adesso!

La presenza della plastica nei mari e negli oceani è sempre più un problema, ma purtroppo niente sembra smuoversi. Di seguito vi lasciamo al video girato dai colleghi di Fanpage. Ve lo anticipiamo: ci ha messo molta tristezza addosso, e un’amarezza infinita. Speriamo possa servire a tutti noi da monito.

CONDIVIDI

NON CI SONO COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO