Abbandonata all’altare, la sposa invita al banchetto i senzatetto della sua città

Abbandonata all’altare, la sposa invita al banchetto i senzatetto della sua città

0
CONDIVIDI

Quinn, una 27enne californiana, è stata praticamente abbandonata all’altare: a pochi giorni dalla celebrazione del matrimonio, il suo compagno l’ha lasciata con una telefonata. Una situazione ovviamente molto difficile per la ragazza, affrontata però con grande forza d’animo dalla stessa. Infatti Quinn non ha annullato le nozze, o meglio: le ha trasformate! Infatti, con un gesto di solidarietà non comune, ha chiamato i clochard della sua città e li ha invitati a partecipare a quello che sarebbe dovuto essere il suo banchetto nuziale.

Niente sprechi dunque, anche perchè il pranzo di Quinn era costato ben 35mila dollari. Una cifra monstre che stava per essere sprecata, ma alla fine la grande sensibilità di questa donna ha avuto la meglio sulla sofferenza. Tornando indietro di qualche giorno infatti, Quinn era semplicemente distrutta, ma non si è persa d’animo: “Questo lunedì ho scoperto che il matrimonio non avrebbe avuto luogo, ho sentito di dover fare qualcosa, di tirare fuori qualcosa di buono da quello che stava succedendo“. Queste le sue parole rivolte a Kari Duane, la madre.

E così ecco il miracolo: al posto dei 120 invitati, al Citizen Hotel di Sacramento sono arrivati genitori, figli, nonni e bambini, tutte persone prese dalla strada. La prima a presentarsi è stata una donna che viveva in un rifugio con altre persone, con mezz’ora di anticipo. Quinn era già felice così: “Ho pensato in quel momento che anche se lei fosse stata l’unica persona ad arrivare quella sera, ne sarebbe comunque valsa la pena“.

Poco dopo è arrivato Rahad Abdullah, con moglie e cinque figli. Solitamente abituati a mangiare in mense molto più povere e impegnati ogni giorno a rimediare un pranzo e una cena, non potevano credere ai propri occhi. Ecco le parole della sua consorte: “E’ incredibile pensare che qualcuno sia ancora capace di donare proprio nel momento in cui ha perso qualcosa di importante“.

 

CONDIVIDI

NON CI SONO COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO