CONDIVIDI

Nella classifica dei libri più venduti su IBS nelle prime due settimane di settembre troviamo in prima posizione Quello che non ti uccide” di Lagercrantz David, edito Marsilio.

Lisbeth Salander e Mikael Blomkvist sono tornati. Dopo dieci anni dal caso editoriale della Millennium Trilogy (“Uomini che odiano le donne“, “La ragazza che giocava con il fuoco eLa regina dei castelli di carta“) ecco un nuovo capitolo che non sarà il seguito di quello noto in tutto il mondo dello scrittore scomparso Stieg Larsson, ma una nuova serie. Quella che era stata scritta dieci anni fa dal geniale giornalista e scrittore Larsson era una vicenda unica che si concludeva al termine del terzo volume e, oltre a introdurre due personaggi memorabili come Lisbeth Salander e Mikael Blomkvist, raccontava tutto l’ “affare Zalachenko”, dalle origini alla conclusione.

Non si è mai conclusa, invece, la spinta propulsiva del fenomeno Larsson. Dopo aver rivoluzionato gli schemi del genere, aprendo la strada ai romanzi criminali di qualità scritti sullo sfondo di tematiche sociali di feroce attualità, ci ha fatto scoprire il filone del “giallo Svezia”, che pur esistendo da anni non aveva mai raggiunto la ribalta.

Forse si può spiegare in questo modo il clamore che ha accompagnato l’uscita di questo quarto volume, o forse è stata proprio la scrittura di Larsson a lasciare tutti in qualche modo orfani in attesa di una imminente resurrezione. In entrambi i casi, adesso l’attesa è finita.
L’autore che la casa editrice svedese ha scelto per proseguire l’opera è David Lagercrantz, noto in Italia per aver scritto la biografia del calciatore Zlatan Ibrahimovic, ma che in patria ha anche pubblicato una biografia del matematico Alan Turing. Lagercrantz non ha mai conosciuto Stieg Larsson e non ha mai scritto nulla di simile a un romanzo giallo, escluso qualche articolo di cronaca nera nella sua veste di giornalista. Ciò è stato fatto, a detta dell’editore, proprio per creare una cesura netta tra i due stili di scrittura, che non devono essere confusi.

Al secondo posto invece troviamo il nuovo libro di Andrea Camilleri, “La Targa“, edito Rizzoli: il più grande scrittore italiano ci regala un piccolo capolavoro di ritmo, umorismo e intelligenza, che è anche un inno alla libertà.

Al terzo posto torna il thriller nordico con il nuovo libro di Jo Nesbø Scarafaggi“, edito Einaudi. Dopo due anni di silenzio torna Nesbø portando con sé la maestria, gli affascinanti intrecci e il ritmo implacabile. Il nuovo thriller di Nesbø si presenta degno delle aspettative, invitando a una lettura tanto veloce quanto vorace. Un thriller che accoglie una dose di pulp, tipico dello scrittore norvegese, e una di piacevole narratività che rende l’opera scorrevole ma ritmata da un’incombenza descrittiva che aumenta sempre di più mano a mano che i dettagli e le rivelazioni emergono, si scontrano, si incagliano. A insaporire il tutto un’inaspettata ironia, quasi stridente, e un turbinio di colpi di scena ben orchestrati. Mentre Bangkok e le sue luci rosse, l’aria madida e gli intrichi stradali aprono il sipario di questo teatro interpretato magistralmente.

Di seguito l’intera classifica della settimana:

  1. Quello che non uccide, David Lagercrantz, ed. Marsilio
  2. La targa, Andrea Camilleri, ed. Rizzoli
  3. Scarafaggi, Jo Nesbø, ed. Einaudi
  4. Come mondi lontani. After. Vol.3, Anna Todd, ed. Sperling & Kupfer
  5. Prometto di sbagliare, Pedro Freitas Chagas, ed. Garzanti Libri
  6. La ragazza del treno, Paula Hawkins, ed. Piemme
  7. La città di ghiaccio, James Rollins, ed. Nord
  8. Il libraio di Kabul, Åsne Seierstad, ed. BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
  9. Era di maggio, Antonio Manzini, ed. Sellerio Editore Palermo
  10. L’intestino felice. I segreti dell’organo meno conosciuto del nostro corpo, Giulia Enders, ed. Sonzogn

NON CI SONO COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO