All’epoca della Guerra Civile, nota come l’era d’oro della calligrafia, una buona scrittura era il biglietto vincente per il successo. Ai giorni nostri, invece, penne e matite sono state sostituite da laptop e iPad.

Jake Weidmann, tuttavia, non è uno che segue la massa: mentre i suoi compagni di classe digitavano sulle loro tastiere, lui si esercitava giorno e notte per ottenere sempre più padronanza con penne e matite.

55c915af1d00002f0014466b

Una delle più lunghe, antiche e romantiche storie si ha tra l’occhio e la mano” spiega Weidmann. Una storia d’amore che per Jake dura da tutta la vita, grazie ad un’intensa dedizione, per quella che molti considerano una forma d’arte quasi estinta.

Weidmann è stato di recente inserito nella “Master Penman Society“, un club esclusivo per coloro che hanno dimostrato eccezionali doti calligrafiche.
Ad ora, in questo straordinario club, sono presenti 12 maestri calligrafi e Weidmann, con i suoi 30 anni, è il membro più giovane.

Jack però non è solo un calligrafo, egli è anche un abile artista che incorpora le sue doti con la penna in disegni “selvaggiamente ornamentali” che sembrano galleggiare nel foglio. La distinzione tra linguaggio e immagine comincia a confondersi quando un “penman” trasforma ogni lettera in una combinazione affascinante di ombra e linea.

Michael Sull, direttore dell’International Association of Master Penman, afferma che: “Se non si insegna la grafia ad un bambino, i pensieri che svilupperà quando vorrà comunicare con il mondo attraverso un computer, svaniranno non appena avrà toccato la tastiera.

Scoprite nel video pubblicato qui sotto il lavoro di Jake e il magico mondo della calligrafia.

E se volete saperne di più dei suoi lavori, e come acquistarli, vi rimandiamo alla pagina ufficiale di Weidmann: www.jakeweidmann.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here