La “Festa del papà“, nei paesi della tradizione cattolica quali Spagna, Italia e Portogallo, è festeggiata il 19 Marzo in ricordo di San Giuseppe, il padre di Gesù.

Il culto di San Giuseppe è antichissimo e nacque in Oriente nell’Alto Medioevo, per poi diffondersi in Occidente già nel Trecento. Intorno a quel periodo, alcuni ordini religiosi cominciarono ad osservare la sua festa il 19 marzo, il giorno della sua morte secondo la tradizione. La festività di san Giuseppe fu inserita nel calendario romano da papa Sisto IV intorno al 1479, e nell’Ottocento il santo divenne patrono di diversi paesi con una importante tradizione cattolica, come il Messico, il Canada e il Belgio. L’istituzione dell’altra festa cattolica che ricorda il padre di Gesù, san Giuseppe Artigiano – il primo maggio – è solo del 1955, in risposta alla festa dei lavoratori che aveva origini sindacali e socialiste.

In altri paesi quali Germania e Stati Uniti, la festa ha origini e tradizioni diverse: negli USA è molto più recente, poiché proclamata festa nazionale nel 1966; mentre in Germania è legata al giorno dell’Ascensione – una festa mobile cristiana che cade il giovedì quaranta giorni dopo la Pasqua – chiamata anche Männertag o Herrentag (“giorno degli uomini”).

Anche Google oggi ha voluto dedicare un doodle animato a tutti i papà: il logo prende vita mostrando dapprima un pinguino mentre cura un uovo, poi una volpe alle prese con il suo piccoletto, una scimmia con tre cucciole e infine un uomo con la sua bambina.

In occasione di questa speciale giornata vi proponiamo, oltre a una grande raccolta di auguri e frasi per la festa del papà, anche una bellissima lettera scritta dall’attore Riccardo Rossi, visibile anche tra le pagine di PensieriParole.

Lettera di un padre alla propria figlia

Oggi parliamo bene di un uomo che non viene considerato molto, ma che a un certo punto della sua vita non ha preso una decisione e ha fatto comunque un figlio, o magari meglio per lui, una figlia, ed è a questa ragazza che vorrei parlare…

Quando parliamo di quest’uomo che ci conosce un po’ meglio solo da grandi dobbiamo considerare sempre il fatto che parliamo di un bambino che diventa ragazzo e poi uomo suo malgrado, ma non diventa mai adulto e tutte le cose della vita gli cadono addosso anche se lui non vorrebbe, perché sa di doverle affrontare senza sapere come.

È quell’uomo che a volte non ha un posto dove stare a casa, perché torna sempre per ultimo, e solo da vecchio lo trovi sempre sulla poltrona con un giornale e ti farà finalmente tenerezza: perché tuo padre è quell’uomo che ti ha insegnato ad andare in bicicletta tenendoti il sellino da dietro per non farti cadere.
È quell’uomo del quale ti ricordi solo all’ultimo momento di farti una foto con lui ai tuoi compleanni e se invece al suo ti scordi di fargli gli auguri non ci rimarrà male perché lui lo sa che non l’hai fatto apposta.

Sappi che quell’uomo, quando uscirai per la prima volta con un ragazzo, non dormirà tutta la notte aspettando il tuo ritorno, e il giorno dopo non ti chiederà come è andata non perché non gli interessa ma perché ha paura che tu ti sia trovata bene con un ragazzo che con te non c’entra niente.
È quell’uomo che quando trovi una sua foto da giovane, ti sembra sempre fichissimo e ti dispiace di non averlo conosciuto allora quando faceva lo scemo con tua madre.
È un uomo che ogni volta che esce con la macchina spera che piova per incontrarti e darti un passaggio.
Tuo padre è quell’uomo che quando tornavi troppo tardi ti sgridava ma dentro ti voleva solo abbracciare.

È quell’uomo che può litigare con chiunque per tutta la vita ma con te vorrà sempre fare pace in un attimo perché è quell’uomo che ti amerà come non ha mai amato niente nella sua vita.
Tuo padre è quell’uomo che quando ti sposerai compierà l’ultimo sacrificio che la vita gli chiede: portarti all’altare e guardarti da dietro mentre ti lascia la mano…

E ricordati, cara figlia mia, che se una volta, quando sarai una donna, dovessi attraversare un momento difficile in cui ti sentirai sola come mai ti è successo e non troverai nessuno accanto, dovrai girare la testa per guardare dietro di te. E troverai un uomo solo. Tuo padre.

Riccardo Rossi

PensieriParole vi invita a scoprire e leggere tutte le frasi più belle per la Festa del Papà nel nostro sito.

Festa del Papà frasi e auguriLeggi anche:
Festa del Papà 2015: idee originali per il regalo perfetto
Festa del Papà 2015: i 10 papà migliori al cinema

1 COMMENTO

  1. <3 <3 <3 im anable to find words to describe what m feeling right now! my dad died 3 years ago…and for the first time after these 3 years..i wish, with all my heart, that he was here!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here