Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Mastro
E poi un giorno così di colpo ti ritrovi grande dentro a un grande contenitore chiamato mondo con in tasca una possibilità chiamata vita, questa grande possibilità che tu mi hai donato con l'amore più grande che io abbia mai conosciuto.
Chissà cosa sognavi per me quando mi tenevi in braccio quando con coraggio mi presentavi alla vita.
Non so cosa sia rimasto dei mi raccomando, delle non caramelle dagli sconosciuti, dei guida piano, dei torna presto, certamente una scia di tempo e di asfalto percorsi con il fiato corto per rincorrere una vita spietata e veloce.
Ma so certamente a cosa sono serviti, sono serviti a farmi crescere a farmi diventare quello che sono, un uomo o meglio un "ometto", come sognavi tu.
Ancora adesso quando mi sento solo quando la vita mi fa paura quando vago disperato dentro i miei sogni dimenticati so che a quel numero civico 18 posso trovare ancora una parola una speranza una carezza. Posso trovare ancora te che sei la mia Mamma...
Giuseppe Mastromatteo
Composta sabato 5 maggio 2012
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Mastro
    E poi un giorno così di colpo ti ritrovi grande dentro a un grande contenitore chiamato mondo con in tasca una possibilità chiamata vita questa grande possibilità che tu mi hai donato con l'amore più grande che io abbia mai conosciuto
    Chissà cosa sognavi per me quando mi tenevi in braccio quando con coraggio mi presentavi alla vita.
    Non so cosa sia rimasto dei mi raccomando, delle non caramelle dagli sconosciuti, dei guida piano dei torna presto, certamente una scia di tempo e di asfalto percorsi con il fiato corto per rincorrere una vita spietata e veloce.
    Ma so certamente a cosa sono serviti, sono serviti a farmi crescere a farmi diventare quello che sono un uomo o meglio un "ometto" come sognavi tu.
    Ancora adesso quando mi sento solo quando la vita mi fa paura quando vago disperato dentro i miei sogni dimenticati so che a quel numero civico 18 posso trovare ancora una parola una speranza una carezza. Posso trovare ancora te che sei la mia Mamma...
    Giuseppe Mastromatteo
    Composta venerdì 4 maggio 2012
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Mastro
      Navigo in ogni tuo sorriso, solco i mari e scopro terre che mai avrei pensato di vedere, navigo e mi perdo e più mi perdo più sto bene, un viaggio senza fine senza meta senza ritorno... sorridi sorridi fammi andare lontano... continua sempre così che io possa diventare da semplice marinaio comandante di questa nave e dirigerla verso un mare di sogni al largo della vita.
      Giuseppe Mastromatteo
      Composta martedì 31 gennaio 2012
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Mastro
        Nel bel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai in una selva oscura... e certo si una selva oscura creata nel corso di 37 anni di vita un cammino verso i quaranta che poi se ti volti in dietro allora veramente è la fine.
        Rivedo i miei vent'anni che mi salutano con la spensieratezza tipica di chi non deve morire mai. Leggeri liberi e veloci infatti sono volati via. Rivedo i miei trent'anni la consapevolezza che qualcosa stava cambiando che quella grande decisione che avevo preso mi stava cambiando la vita per sempre. Nel onorare e amare non lo sapevo che avrei incontrato il mare si un mare dove prima nuotavo e oggi mi sento di affogare, un oceano dove tira sempre vento e le onde si infrangono nella mia anima portandomi via anche quei sogni che fin qui mi hanno portato.
        In questo cammino verso i quaranta ho vinto e perso o riso e pianto, gioito e sofferto, ho visto la vita ma ho visto anche la morte ho conosciuto e scordato.
        Ancora adesso prima di andare a dormire mi dico sempre vedrai che domani... ed è con quel domani che domani compio 38 anni che sono uno stallo verso i quaranta. Che se poi allora e vero che la vita comincia a 40 anni fra due anni io rinasco e ricomincio tutto da capo ma questa volta allora si che... tanti auguri mastro!
        Giuseppe Mastromatteo
        Composta domenica 27 novembre 2011
        Vota la frase: Commenta