Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Diego Tartaglia
Caro g... anzi, adesso sono legittimato a scriverti "caro figlioccio"... non riesco ad esprimerti a parole quanto mi senta onorato perché hai deciso di scegliere me come tua "guida". Sei un ragazzo speciale, un tesoro da custodire. E spero di essere in grado di guidarti sempre al meglio, e che tu possa vedere sempre in me un punto di riferimento.
Ti auguro il meglio che la vita possa regalarti, ti auguro che il tuo percorso personale sia sempre illuminato dalla luce che Dio oggi ti ha donato.
Ti auguro i successi, ti auguro le lacrime di gioia, ti auguro gli abbracci sinceri, ti auguro i sorrisi d'affetto. Sei il mio orgoglio più grande!
Ti voglio bene, il tuo padrino.
Diego Tartaglia
Composta sabato 8 dicembre 2012
Vota la frase: Commenta