Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Laura Lapietra
Scesi nello scantinato del tuo cuore è vi trovai le ragnatele delle tue cicatrici nel buio nell'anima e tu ne eri il ragno che tesseva passivo la sua prigione, accesi un fiammifero e il tuo cuore si scaldò con poco ricordandoti di quanto poteva essere bello ritornare a vivere nell'amore, guardandoti intorno seppur per un istante tutto il tetro acculato dentro, così, così come hai acculato con costanza tanto dolore, così puoi ritornare alla vita con costanza con positività.
Composto domenica 8 aprile 2018

Immagini con frasi

    Info

    Scritto da: Laura Lapietra

    Commenti

    ATTENZIONE: l'autore ha richiesto la moderazione preventiva dei commenti alle proprie opere.
    Invia il tuo commento
    Vota la frase:10.00 in 10 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti