Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Giuseppe Chiavelli
È il volto delle donne in banchina, sì, è il volto cupo fisso sulle vele delle navi in partenza dal molo che avvicina la terra agli uomini. Intimorisce, è morte e vita in continuo risorgimento, mi ricorda l'aurea di una vecchia città con tutti i suoi di palazzi e la sua storia, scarnita dalla speranza popolare di glorie passate, tenace e ricolma di profondità perdifiato nell'essere buia, di un buio maestoso.

Immagini con frasi

    Info

    Scritto da: Giuseppe Chiavelli

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti