Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Fabio Privitera
Tu pensi che sia la mente ad essere attratta e conquistata. La mente è l'ultima parte del tuo organismo che si rende conto di ciò che ti sta accadendo. L'innamoramento è l'incontro di due "placche tettoniche", due anime che infrangono i reciproci margini per fondersi in una, e questo avvenne già quando il tempo non aveva senso per gli esseri umani, quando ancora non vi era alcun umano a domandarsi cosa fosse il tempo. Poi appaiono i corpi e con essi i sensi, gli organi, il cuore e in questo il centro della percezione più profonda, che risveglia il resto dell'organismo, lo agita, lo fa esplodere e improvvisamente uno sguardo non è più indifferente, diventa differente da ogni altro come diverso è il contatto della pelle, dal primo contatto, e il gusto che si impossessa del nostro palato dopo il primo bacio. Solo da questo momento in poi la mente prende coscienza di quello che sta provando, e si domanda se sia amore ignorando che l'amore è un'altra cosa, che l'amore è quanto dovrà, se vorrà, costruire per e con l'altro. Inutile spiegargli che sta vivendo un evento molto più importante e fondamentale per la propria crescita, vale a dire la possibilità di conoscersi confrontandosi con un altro essere vivente, attraverso le sensazioni e le reazioni che questo gli provoca. Potrebbe saperlo se fosse consapevole di quanto sia marginale il suo ruolo in tutto quello che sta accadendo ma, nel maggior parte dei casi, la mente vuole dominare e superare le sensazioni stesse che prova l'intero organismo, dando loro dei significati molto diversi da quelli reali. Forse è proprio questo a provocare la via discendente dell'innamoramento, la sua stabilizzazione in una strana quiete che spinge a mettere in dubbio quel sentimento per cui qualche tempo prima avremmo saltato nel vuoto convinti che, qualunque cosa sarebbe accaduta, l'amore ci avrebbe sorretto.

Immagini con frasi

    document.write('');window.__cmpWait(function(){document.getElementById("singlequote-ad").className+=" adsbygoogle";pp.jss("//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3821133970955797","googleadsjs",0,{crossorigin:"anonymous"});(window.adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})})

    Info

    Scritto da: Fabio Privitera

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti