Commenti a Come un filo d'erba di Giuseppe Freda


15
postato da , il
La poesia è tipicamente pensata per la buona stagione.
Se però aspetti qualche giorno ci penso, e ti dico con precisione dove potersi sedere in inverno (e che inverno).
E mi raccomando, nell'attesa non fate commenti scurrili e fuori luogo.
Lo vado dicendo da tempo: questa è una TRAGEDIA. : ((
14
postato da , il
Mi piace. Anche io vorrei, stasera, essere in un prato a contemplare! Però fa freddo!!!
13
postato da , il
Ciao Lucia, pensandoci bene è una condizione di spirito che serve a ricaricare le batterie: a mente "spenta", immergersi nel tutto e divenirne parte. E' in verità una sensazione meravigliosa, probabilmente abituale agli asceti, ma che io personalmente riesco a sperimentare solo in alcuni momenti "magici", e perciò stesso memorabili.
Un caro saluto.
12
postato da scheggia52, il
Bella davvero Giuseppe!!  Penso che a tutti, prima o poi, sia venuta la voglia di stare in disparte, senza farci coinvolgere troppo...e' una sorta di vagabondaggio mentale o sentimentale, come sottolinea Tina.  Se devo dire, e' una gran bella sensazione.
11
postato da , il
Cedere del tutto?
Certo perché no!
Lasciarsi andare, dondolando nei pensieri
e rivivere in quei ricordi che a tratti
ci hanno rallegrato,
senza pensare a quelli sbiaditi
che hanno lace-rato l'anima
di illusioni momentanee,
di sogni infranti e attimi di speranza.
Ma sì, facciamo di tutto un altalena di sogni,
lasciamoci trasportare da quel dolce
dondolio che calma l'anima e rallegra il cuore.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti

Questo sito contribuisce alla audience di