Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: sagea
La stanchezza nelle gambe mi fece capire che camminavo da varie ore in una qualche direzione, ma senza un itinerario ben definito, o forse sì, ne avevo uno, casuale, che sebbene non mi portasse da nessuna parte mi allontanava sempre di più dai miei pensieri.
Composta martedì 8 marzo 2011
dal libro "Diario di un killer sentimentale" di Luis Sepúlveda
Vota la frase: Commenta