Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Francesca Oniram
È giunta l'alba in cui sento tra le dita scorrere la vita di ogni giorno, da quando ti chiamo per nome e mi perdo nei tuoi occhi scuri come la notte. La tua voce risuona melodiosa nella mia mente affollata, ma io odo solo lei. Prima durante il crepuscolo non avevo bisogno di niente e nessuno, ora mi scopro fragile e vulnerabile perché ho bisogno di te... Ma ora sono finalmente attrice della realtà che vivo... Ti amo!
Francesca Oniram
Vota la frase: Commenta