Questo sito contribuisce alla audience di

Se un silenzio sa far pensare ad una distanza, la convinzione che essa possa esserci davvero è annientamento. L'annientamento è il nulla. La fine. Ma non può esserci fine nemmeno nel silenzio. Se lo si ascolta, ha come un pentagramma su di sé, come se vi transitassero su di esso le musiche che solo i pensieri più sinceri sanno cantare.
Chiedetelo alla notte; chiedetelo alle rive. Ai pescatori, ai soldati. Vi risponderanno con la luce.
Cristian Marrosu
Composta mercoledì 30 novembre 2011
Vota la frase: Commenta
    Quando anche il dialogo è diventato silente, resta solo l amarezza. Allora si, che i muri diventano tali, e tutto ciò che era spessore, diventa carta velina.
    Neanche dirsi ciao, come le persone qualunque; come se non rimanesse traccia di una scia di "Dior", o di una rosa tra due cuscini dopo una notte d'amore. Sembrano così lontani quei giorni. Lo sono. Sono remoti. Il tempo non è scandito da un orologio, ma dai pensieri che cercano e creano anticorpi per guarire, e dirsi ciao.
    Cristian Marrosu
    Composta mercoledì 30 novembre 2011
    Vota la frase: Commenta
      Più del fascino e dell'intelletto, degli odori che rendono giustizia ai piaceri dell olfatto; e alla pelle, che inarrestabilmente risponde, dando vita a quel desiderio di scivolar via, sull'altra pelle. Ma ancora di più e lo stare a guardare; osservare il quotidiano, osservare il tuo "sentire" il tuo "agire" e amarlo intensamente; e sentire un piacere, vedendo scivolar via il tempo, sentendo l'insaziabilità del vero amare. Come seduto su una panchina, in un qualunque viale, di un qualunque altrove. Voltarsi ovunque per cercarti; trovarti e sorridere perché è la cosa più bella osservare quel tuo vivere. La completezza dell'amore; la bellezza dell'esistere.
      Cristian Marrosu
      Composta mercoledì 30 novembre 2011
      Vota la frase: Commenta
        È arrivato il vento e ascoltandolo penso che non me ne faccio granché. Ancora senz'ali, e solo una parola abita i pensieri. Resistere. Aristotele diceva che il miglior soldato è quello che ha perso tutte le guerre. Qui si perde a prescindere. Va bene così, se l'epilogo finale della resistenza è tornare e ritrovarti.
        Cristian Marrosu
        Composta mercoledì 30 novembre 2011
        Vota la frase: Commenta
          Arrivi con impeto, senza permesso; riemergendo d'improvviso in una memoria lasciata altrove, in notti silenti di una terra annientata e fucili stanchi; quando quel fastidio nella pancia accompagnava piccole gocce di sudore freddo, e cercava i tuoi occhi, in ogni uomo che avesse barba e scarponi sporchi; eri riparo. Riparo. Perché è istinto; quella cosa, marchiata nel sangue; che ci fa dire "mamma" quando uno spasmo coglie impreparati. Mamma come Dio, o Padre come cielo; o chissà cos'altro. Una voglia di intimità con se stessi. Come la Fede; come un plaid col quale avvolgersi, quanto basta per sentirsi al sicuro; dove è sufficiente che lo sguardo fissi terra o cielo, e lasciar parlare quel che siamo; e arriva quel desiderio di carezze da mani buone, paterne, più forte di qualunque vento. E oggi lo sguardo è altrove; guarda rive bagnarsi e ne ascolta il rumore. Osserva piccole gambe che corrono e piccole mani che cercano. È vita che cresce. Mi lascio trovare; avvolgere, come quel plaid. E voglio fare un po' di posto anche a te. Un modo come un'altro per perdonarsi; per assolverti. Tu ora sei suo; e Lei non assolve mai nessuno; ma prova ad accompagnarmi lo stesso. E tutte le volte che Vita mi guarderà e la sua mano mi cercherà, Io ti perdonerò.
          Cristian Marrosu
          Composta mercoledì 30 novembre 2011
          Vota la frase: Commenta
            E nulla poteva il sole, sotto l'ombra dell'olivo. Le mie parole, le tue; l'ascolto e la pace di umidi fili d'erba non calpestati ma prestati, al riposo di un pomeriggio; all'incontro e alla memoria. Lei, la memoria. Accompagnata dal tempo, impregnata tra le sue curve di odori e volti; di altri olivi, di altre piogge, di altre luci. Fino a diventare testimonianza, rendendo generosa giustizia a tutti i milioni di istanti, di cui è fatta una vita.
            Cristian Marrosu
            Composta mercoledì 30 novembre 2011
            Vota la frase: Commenta
              Tradire. Tradire una promessa e tradire Dio. Il Dio altrove come tutto il resto, ma presente sempre come una speranza, una guida, l'angelo custode della sera, la bontà dei gesti, la generosità del dare, l'umana fede e credenza che non ti può succedere niente di male se si vive con semplicità e coerenza. Lealtà. Le avevano insegnato la lealtà prima di tutto. La fede cristiana di Claire era profondamente immanente, calata dentro la bellezza della vita, molto più che dentro un paradiso futuro da desiderare come ricompensa dopo. Il suo era sempre stato un bisogno di assoluti, che aveva finito per alimentava la sua intransigenza e severità verso se stessa. Anche ora, che a guardare bene, di assoluto c'era ben poco nel scoprirsi innamorata.
              Cristian Marrosu
              Composta martedì 30 novembre 2010
              Vota la frase: Commenta
                Ci sono degli istanti in cui gli occhi vedono qualcosa, e nel nostro modo di "sentire" tutto può cambiare. Se questo sarà o non sarà un privilegio a noi riservato, dipenderà dal nostro senso di gratitudine verso la vita. Verso l'esistere.
                Cristian Marrosu
                Composta venerdì 31 agosto 2012
                Vota la frase: Commenta