Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Non mi piace Nietzsche perché ama la..." di Bertrand Arthur William Russell


187
postato da , il
Mi pare  evidente che  non si sia compresa la profonda differenza tra il sub (bombolaro) e l' apneista , sebbene entrambi si immergano , il primo lo fa per visitare ed osservare i fondali e quello è il suo fine, il secondo , invece, utilizza l' immersione ed i fondali per mettersi all' unisono col mare : egli seppure per brevi frazioni di tempo ha l' opportunità di essere mare , di essere  in armonia con l' intero universo che gli sta attorno e con l' immenso universo che ha dentro , ed è allora che smetterà di immergersi in mare per osservare i fondali e comincerà a farlo per guardarsi dentro.
Ecco, la differenza che passa tra un bombolaro ed un apneista è la medesima che passa tra un surfista e chi conduce una moto d' acqua.
Sono certo che per chiunque abbia praticato tale sport , l' essere scambiato per un centauro d' acqua , non costituisca motivo di orgoglio , con tutto il rispetto per l' onestà dei motociclisti.
Saluti rispettosi.
186
postato da , il
E....    visto il noiosissimo trattato sul pensiero autonomo che farebbe addormentare anche un cavallo. Ti dico un pensiero autonomo.
Cosa peggiore dell'ignoranza è l'ignoranza mascherata da cultura.


Con assoluta cordialità...
A  mai Più :).
185
postato da , il
Un ultima cosa Giuseppe.  

Pasolini non è "cultura cult", era un intellettuale; un uomo di cultura nel vero senso della parola.  Forse uno dei più onesti della cultura italiana.  Pasolini non fomentava o*dio sui giovani, è immaturo chi lo dice ed è immaturo chi lo ha letto e ha visto in lui tutto questo. Bisognerebbe sempre informarsi quando si parla di persone che (in un modo o nell'altro) hanno comunque lasciato un segno. Come disse Pasolini : "chi si scandalizza è sempre banale. ma io aggiungo: è anche sempre male informato".

Pasolini parlò spesso anche sui giovani, usando sempre la sua ineguagliabile onestà intellettuale.

"Basta ai giovani contestatori staccarsi dalla cultura, ed eccoli optare per l'azione e l'utilitarismo, rassegnarsi alla situazione in cui il sistema si ingegna ad integrarli. Questa è la radice del problema: usano contro il neocapitalismo armi che in realtà portano il suo marchio di fabbrica, e sono quindi destinate soltanto a rafforzare il suo dominio. Essi credono di spezzare il cerchio, e invece non fanno altro che rinsaldarlo".

Mi sembra il pensiero di un uomo che vuole capire, non fomentare.
Ti saluto Giuseppe...
e se vuoi un piccolo consiglio:
segnati a qualche corso di onestà intellettuale, per il sub c'è sempre tempo. Ti consiglierei il surf. L'ho praticato per 12 anni.  Ma forse è un po' troppo ribelle per i tuoi gusti. Ma ti assicuro: meglio danzarci col mare anziché limitarsi a visitarlo.

Buena Suerte :).
184
postato da , il
I giovani , specie quelli che discriminano gli anziani per la loro rigidità mentale , dovrebbero essere più elastici , più disposti ad un cambiamento verso , in primo luogo , il loro stesso speciale modo di osservare la realtà.
Essere in grado di superare gli steccati del proprio giardino di idee e rendersi disponibili e tolleranti nei confronti delle idee degli altri sarebbe l' atteggiamento più proficuo per la specie umana , non certo per un elite che ritiene in modo del tutto autoreferenziale di possedere qualità intrinseche superiori al resto degli umani ,solo per avere il pretesto di compiere angherie di qualunque natura , siano manifestate nei fatti , o solo nelle parole o addirittura nei pensieri.
I dati esaminabili per giudicare una persona in questo sito , sono le sue parole, tuttavia  " è caratteristico nello sviluppo della scienza  di trovare che il datum diviene sempre minore e la conseguenza  sempre maggiore. La conseguenza è , s' intende , completamente inconscia, salvo in quelli che si sono abituati a uno scetticismo  filosofico;  ma non è da credersi che una conseguenza inconscia debba essere necessariamente valida. I bimbi credono che vi sia un altro bimbo dall' altra parte dello specchio , e, pur non essendo giunti a tale conclusione per un processo logico , la conclusione è errata. Molte delle nostre conseguenze inconscie  , che sono , infatti, riflessi condizionati acquisiti nella nostra più tenera infanzia, sono altamente dubbie non appena si sottopongono ad un esame logico."
Buon risveglio
183
postato da , il
Sa qual è la stu  pi da  ggi  ne Giuseppe?
l'aver parlato di me e dei miei gusti personali, per poi permettere a sconosciuti o meno di farci sopra delle "lezioni". 
Non ho progettato di venire qui, e tutt'ora mi è sconosciuto il motivo,
ma personalmente a qualcosa mi è servito.

Cordiali saluti Giuseppe Freda.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti