Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Non mi piace Nietzsche perché ama la..." di Bertrand Arthur William Russell


177
postato da , il
E' comunque interessante quanto dici: "Mia madre, che non sbagliava mai". Questo testimonia quanto fossero diversi dalla situazione attuale la considerazione e il rispetto di una volta per l'esperienza degli anziani. Oggi li si considera dei rimbambiti, o giù di lì. Colpa degli im*becilli che vanno invocando lo "svecchia*mento" della società e delle istituzioni, come se giovane corrispondesse a competente ed esperto! Incredibile poi che questi stessi inneggino a un Pertini, eletto alla Presidenza della Repubblica all'età di 82 anni !!  : )))))
176
postato da , il
Via Pino, quante persone conosci che hanno percorso la via per Damasco ?
Io nessuno.
175
postato da , il
Vedi Pino, il tuo discorso non fa una grinza, infatti non conosco la parola odio,non potrei odiare perlomeno non chiunque o senza ragione perchè anch'esso è un sentimento, se pur negativo, ma è un impulso forte e violento e come tale lo si indirizza solo in casi veramente estremi. Quello che non sopporto è la prepotenza nei gesti, nelle parole. Non accetto che una persona qualunque possa sentirsi superiore ad un'altra, umiliarla o offenderla. Questo mi è stato insegnato e questo è quello che sento.
Se il nostro amichetto ti offende , io non riesco a guardare altrove , e non perchè tu non sappia portare le tue ragioni, ma perchè è un 'ingiustizia e
questo non lo posso accettare. L'Italia ha sempre prodotto e continua a produrre personaggi prepotenti e arroganti , forse è nell'animo degli Italiani essere così, ma io non lo sono e finchè vivrò contrasterò sempre il concetto di prevaricazione.
174
postato da , il
E poi c'è un'altra cosa da dire, che può apparire incredibile, ma è la pura verità: esistono persone che sono capaci di uc*cidere con il solo pensiero. Non lo sanno, non lo possono immaginare. Ma quando se ne accorgono, di solito diventano prima o poi incapaci di fare del male anche ad una mosca, e non riescono a nutrire, nei confronti di tutto ciò che li circonda, sentimenti diversi dalla tolleranza, dall'amore e dal perdono.
173
postato da , il
Per Margherita: è vero che, di solito, chi nasce tondo non muore quadro; ma il vero problema dell'odio è che fa male a chi lo prova. Le persone capaci di odiare vivono male, Franca. Si mescolano nelle cose contingenti de mondo, non riescono ad elevarsi al di sopra delle piccole cose della vita, rimangono schiave del transeunte.
    Chi ha un'età fa di solito un'esperienza estremamente interessante: fatti, circostanze, problemi, situazioni gravi, persone che ci avevano fatto penare, viene il momento in cui costituiscono acqua passata, che non macina più, e di cui spesso si perde anche il ricordo. Questo perché nella vita TUTTO passa, e viene SEMPRE il momento in cui si rimane soli con se stessi. Bisogna quindi dare il giusto valore alle cose. E quelle contingenti hanno un solo valore: quello di farci meditare, pensare e crescere. Perché -ripeto - alla fine rimaniamo  soli con noi stessi. Si mu*ore da soli.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti