Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Maresa Schembri

L'astronomo

Nell'ombra del tempio, il mio amico ed io vedemmo un cieco che sedeva tutto solo. E il mio amico disse: "Guardalo, è l'uomo più saggio della nostra terra".
Lasciai allora il mio amico, e mi accostai al cieco, e lo salutai. E ci mettemmo a conversare.
Dopo un po' dissi: "Perdona la mia domanda: da quanto tempo sei cieco?".
"Dalla nascita", egli rispose.
Dissi io: "E quale via di conoscenza tu segui?".
Disse: "Sono un astronomo".
E posò la mano sul suo petto e disse: "Guardo qui dentro tanti soli, tante lune e stelle".

Immagini con frasi

    Info

    Scritto da: Maresa Schembri

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:9.71 in 7 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti