Questo sito contribuisce alla audience di

Scampato pericolo... o forse no!


Scegli la pagina:
Una nipote irrequieta, di 6 anni, lasciata per mezza giornata a casa della zia, giovane e ancora inesperta coi bambini. Il tutto si svolge in un'estate siciliana del 1994. La piccola, forse approfittando dell'assenza dei genitori, si prende la licenza di fare quel che vuole per l'intera mattinata, mettendo a soqquadro la casa della zia, incurante dei duri rimproveri di quest'ultima. Finché si passa ai "giochi" più pericolosi come quello di mettere le mani nell'acqua della pasta, messa a bollire sul fornello. "Non la toccare che brucia, è pericoloso, allontanati" le urla la zia, ma niente; prova a distrarla mettendole i cartoni alla tv, ma dopo qualche minuto la piccola è di nuovo ai fornelli, ignara del pericolo che corre. È così che nell'unico secondo di distrazione la pentola in ebollizione cade dal fornello riversando tutta l'acqua e la pasta sul pavimento, il fornello inoltre emette una fiamma molto alta, ma per fortuna non c'è nessuna conseguenza per la piccola (o meglio non ancora) che scappa giusto in tempo per non ustionarsi. Dopo il grido di terrore e sinceratasi delle condizioni della bambina, la zia va a prendere degli stracci per pulire, nel farlo passa davanti alla monella che se ... [segue »]
Composto sabato 23 aprile 2016

Immagini con frasi

    Info

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti