Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Raffaele Caponetto

Incubi notturni

Un uomo con un grosso fardello sulle spalle, ansimante come un cavallo bolso, arrancava su per un sentiero impervio, scosceso per giungere in cima alla montagna e liberarsi di tutti i mali che portava con sé. Con piede leggero, mosso a pietà, lo raggiunsi, lo guardai in faccia e vidi che aveva due fori neri al posto degli occhi, grondava sangue dal naso ed un sorriso malefico, un ghigno sadico rabbuiava tristemente il suo volto. Ero io? Scaraventato nella realtà, quella visione, non mi ha più abbandonato per tutta la notte.
Composto martedì 28 maggio 2013

Immagini con frasi

    Info

    Scritto da: Raffaele Caponetto

    Commenti

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati