Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Raffaele Caponetto

Terremoto in Friuli Venezia Giulia 1976

Considerazioni estemporanee in occasione del 37° anniversario del terremoto in Friuli. Il Friuli ed i suoi abitanti oggi. Il devastante terremoto del 6 maggio 1976 con ulteriori scosse nel mese di settembre dello stesso anno, colpì prevalentemente la zona a nord di Udine. L'epicentro del sisma è stato individuato nel trilatero dei comuni di Gemona, Taipana e Lusevera. Questi comuni, come gran parte del resto del Friuli, poveri e con un notevole flusso migratorio verso Paesi europei più ricchi, erano notoriamente molto ospitali. Dopo il sisma, grazie alla buona volontà, l'operosità degli abitanti e non ultimo il cospicuo aiuto finanziario pervenuto, anche dall'estero, alla popolazione; i danni materiali furono rapidamente ripristinati. Piacevole e positivo effetto collaterale, grazie ai generosi contributi, fu un'esplosione di benessere materiale in tutte le località colpite dal sisma. Il sopraggiunto benessere, si dimostrò però abbastanza deleterio nei rapporti interpersonali. La grande ospitalità che caratterizzava gli abitanti di queste zone, fu purtroppo rimpiazzata con l'invidia e l'intolleranza. In fin dei conti un evento negativo come il terremoto, che ha provocato morte e distruzione, ha distrutto anche il senso di unità, appartenenza ed aggregazione delle persone.
Composto domenica 26 maggio 2013

Immagini con frasi

    Info

    Scritto da: Raffaele Caponetto

    Commenti

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati