Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Stefania Meneghella
Scegli la pagina:
Oggi è stata una giornata strana, particolare. Tutto intorno a me ha cominciato a ruotare inesorabilmente. Ruotava, ruotava. Il fiume scorreva e il mondo ruotava, ed io ero lì, ferma e immobile. Lì statica, solamente con me stessa. Ero in piedi ad osservare il vuoto, e il mondo ruotava, la gente camminava, il fiume scorreva. Tutto era in movimento, ma io no. Io ero ferma, immobile, senza pretese o illusioni. Ero lì. E ci sarei rimasta per sempre. Ma per sempre è una lunga lunga parola. Niente ha più senso con il per sempre. Avevo intenzione di aspettare oggi, aspettare qualcosa senza avere la certezza che sarebbe arrivata. Non lo sapevo. Ma rimanevo lì ad aspettare. Una cosa, un evento, una persona. Io aspettavo, ma il mondo no. Il mondo si era già stancato, come se tutto cadesse ai suoi piedi. Io invece non ho mai smesso di aspettare. Ma ero, con il mondo, con l'universo, con la gente. Ero con loro. E mentivo, mentivo di ruotare, scorrere, camminare. Mentivo perché l'attesa era più grande di qualsiasi altra cosa. Mentivo perché volevo essere una di loro e invece ero soltanto una fra tante. Ero solamente io. E poi li guardavo,... [segue »]
Composto mercoledì 21 settembre 2011

Immagini con frasi

    Info

    Scritto da: Stefania Meneghella

    Commenti

    2
    postato da , il
    ;)))
    1
    postato da , il
    ciao stefi,
    sai una cosa?
    tu hai interpretato in un racconto una mia poesia ,RIFLESSIONE ,scritta in un giorno in cui io provai le tue stesse sensazioni...mi hai fatto rabbrividire perchè leggevo e mi rivedevo adolescente, piena di brufoli, con lo zaino scoppiato di libri, in mezzo a una via del centro di taranto, trafficata da morire nell'ora di punta all'uscita della scuola ,di corsa a prendere l'autobus di città e trovarsi alla coincidenza con quello di linea...mille e mille ragazzi, voci, parole, passi ed io là sola con la mia testa che pensavo i tuoi stessi pensieri e non vedevo l'ora che facesse notte e contemplare la luna, che anche per me ormai è antica conoscenza, solo che io non ho mai saputo sorridere e questo mi ha portata a fare degli errori...beh sono contenta che tu ci riesca e bada! devi importelo anche quando non ti va e lascia che il tempo faccia la sua parte e troverai la persona che saprà ascoltare i tuoi silenzi e i tuoi sorrisi...

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:8.29 in 7 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti