Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: F4B10Z

Solitudine


Scegli la pagina:
La solitudine...
Sentire il suo tepore quando in realtà non sei dove vorresti essere.
Captarne il profumo quando sai che anche circondato da mille persone, ne sentiresti il caldo l'abbraccio.

Ed una candida stanza della tua casa diventa improvvisamente una dorata prigione. Isolato dal mondo e da te stesso perdi la cognizione del tempo, dello spazio. Delle emozioni che normalmente provi.

E nel religioso silenzio in cui ti trovi, nella notte che ti stringe nella sua morsa, ti rendi conto di aver vissuto le giovanili illusioni dell'amore. Delle tenerezze fra due innamorati. Di un bacio.
Pian piano ti rendi conto che la vita è stata solo una brutta illusione. Una brutta copia di quell'idillio descritto da cantanti e poeti.
Dove l'unica verità è che vieni costantemente schiacciato dal peso delle responsabilità e dalle paure.

E sai di dover reagire, di dover uscire da questa situazione.
Ma il tuo corpo è pesante, le gambe non si muovono, la testa ti esplode ad ogni singolo tentativo di fuggire da quello scenario.
E sei destinato a star lì. Come di fronte ad uno specchio, a fissare te stesso cadere nel baratro desolante del terrore di essere inadeguato per questa vita.
Ed è allora ... [segue »]
Composto domenica 4 luglio 2010

Immagini con frasi

    Info

    Scritto da: F4B10Z
    Riferimento:
    Alla mia solitudine, perché sappia che in fondo è la mia amica più cara.
    Dedica:
    A tutti coloro che si sentono soli anche in mezzo a piazze gremite di gente. Perché ne comprendo la tristezza, come loro comprendono la mia.

    Commenti

    2
    postato da , il
    Cara Rossella,
    la solitudine è, al giorno d'oggi, l'amica più cara di tante persone.
    Un pò per colpa del mondo frenetico in cui viviamo, un pò perchè si è persa la genuinità che contraddistingueva il mondo 30 o 40 anni fa, un pò forse perchè la gente si è incattivita anche grazie alla società in cui oggi ci ritroviamo.
    Volente o nolente la solitudine l'ha creata proprio l'immensa quantità di gente che esiste. Perchè ognuno è talmente perso dietro a sè stesso da dimenticare gli altri. Perchè tutto sommato, come me, tanti altri non hanno il tempo di fermarsi a ragionare sui perchè, quelli veri, che dovrebbero guidare la vita di un essere umano.

    E siamo tutti giocattoli, l'uno dell'altro... Burattini mossi dalle abili mani delle folle. Un pò come quando entri in un negozio ed inizi a rovistare alla ricerca di quel che ti piace... a volte rovisti e trovi quel che ti piace, a volte rovisti e non trovi nulla di bello. Ma rovistando, spesso si entra nella vita di altra gente in modi che nemmeno si possono immaginare...

    Grazie per il tuo commento, mi hai fatto vedere questo mio scritto da un punto di vista che inizialmente non avevo considerato. Voleva essere una semplice ode alla mia solitudine, ed è diventato un argomento molto più ampio ;)

    F4B10Z
    1
    postato da , il
    cominciando a leggere mi era venuta la ferma convinzione che l'anonimo avesse almeno....108 anni, ma poi il leggere..."e ti ritrovi a 26 anni"...ha fatto cadere le mie convinzioni...e riconsiderare lo scritto...credo fermamente che questo tipo di solitudine appartenga più di quanto lo si possa credere alla gioventù...saranno le paure le ansie....però altrettanto fermamente credo che quando si è giovani si abbia non dico...la possibilità....ma dico ...l'obbligo ...di provare a cambiare le cose. Per molte anime la solitudine è una costante...ma si può imparare a considerarla come una compagnia da non demonizzare....insieme ad altre compagnie.

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:9.00 in un voto

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti