Questo sito contribuisce alla audience di

Tragodìa. Il gelo nel cuore

Non c'era primavera che potesse portare sollievo asciugando l'umidità assorbita durante i mesi più freddi, quel bigio e quella sensazione elettrica sulla pelle erano parte di lui, e non riusciva a farne a meno.
Quando i primi raggi solari tiepidi annunciavano il clima mite della primavera si nascondeva gli occhi con la mano e guardava altrove. Ormai il grigiore era la sua seconda pelle, una corazza metallica che impediva alla luce di entrargli dentro.

Immagini con frasi

    Info

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti