Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Alberto Vitolo

Quel giorno


Scegli la pagina:
Quel giorno si svegliò di buonumore.
Il sole illuminava parte della camera e lui aprì gli occhi sorridendo.
Si guardò intorno e osservò con tenerezza la sua compagna che dormiva accoccolata accanto a lui. Oramai la conosceva alla perfezione, e sapeva che in quel momento lei era serena, lo sentiva il suo cuore, lo capiva la sua mente.
Era felice di averla conosciuta, era felice perché lei lo aveva subito capito e gli era sempre stata vicino in tutti quei momenti in cui si sentiva giù di morale, ogni volta che tornava stanco e deluso a casa, ogni volta che aveva bisogno di un momento di tenerezza e di affetto.
E lui ogni giorno ringraziava Dio per quel regalo meraviglioso che gli era stato concesso.
Si chinò verso di lei e le dette un bacio, sfiorandola appena, facendo attenzione a non fare movimenti bruschi. Capiva che in quel momento lei stava facendo un sogno piacevole e non voleva svegliarla, non voleva interrompere quell'attimo di serenità.
Lei si raggomitolò sorridendo ma non si svegliò. Lui la guardò di nuovo.
Dio quanto l'amava!
Amava la sua presenza, il suo respiro, i suoi passi, il suo pensiero.
Era diventata il suo unico scopo di ... [segue »]
Composto giovedì 10 ottobre 2002

Immagini con frasi

    Info

    Scritto da: Alberto Vitolo

    Commenti

    2
    postato da , il
    la regina sono io....mia cara...e lui e' ancora con me
    1
    postato da , il
    la tua regina è svanita non rimane neanche nei tuoi sogni e i colori dell'arcobaleno sono spenti,anche il tuo infinito non esiste ,più ti era accanto ,ma tu lo hai calpestato
    eppure bastava così poco......

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:6.25 in 8 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti