Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Paul Mehis

La nascita di Paul

Partirò dal mio passato remoto... credo circa vent'anni fa.
Vi ricordate il commodore 64?
Era uno dei primi "atrofizzatori di cervelli" da casa... quello che oggi è il Nintendo o la Play Station.
Ricordo un solo gioco, uno dei primi, in cui ci si immedesimava in un omino, che aveva una missione da compiere... Sopravvivere ad un maniaco omicida (mia deviazione ormai nota).
La rappresentazione grafica era oscena, ma almeno potevi immaginarti ancora qualcosa, la visione era sovrastante, come se nel riprendere le gesta dell'omino vi fosse una telecamera su un elicottero. Del giochino non facevo nulla per il quale era stato concepito... Mi piaceva l'idea di andare nella direzione opposta a quella suggerita dal realizzatore, mi aspettavo di trovarci chi sa che...
Sapete come finiva... trovavo un muro! Poi venivo immancabilmente ucciso dal maniaco.
Ci ho giocato per diverso tempo, ma sempre con lo stesso risultato.
In seguito crescendo ho amato moltissimo il cinema... ma anche lì il risultato era che ci trovavo, prima o poi, un limite!
La lettura sicuramente è la cosa più impegnativa, devi immaginarti il mondo descritto, i visi dei personaggi, i colori, tutto... Quante pellicole tratte da libri letti, ci hanno deluso... Perché?
Forse semplicemente perché leggendo un libro con la nostra interpretazione delle parole siamo stati molto distanti dalla trasposizione in suoni ed immagini del regista... perciò il risultato è che ci siamo sentiti traditi!
Meno male che accade... Vi immaginereste la monotonia altrimenti?
Arrivo al punto.
Prendete in mano una biro ed un foglio bianco e... Vi assicuro, scompaiono i muri ed i limiti, se non i vostri.
Composto venerdì 9 gennaio 2009

Immagini con frasi

    document.write('');window.__cmpWait(function(){document.getElementById("singlequote-ad").className+=" adsbygoogle";pp.jss("//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3821133970955797","googleadsjs",0,{crossorigin:"anonymous"});(window.adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})})

    Info

    Scritto da: Paul Mehis

    Commenti


    6
    postato da , il
    Grazie Giuseppe!
    C*zzo, ma ti rendi conto che per una parolina poco aggressiva come quella scritta vado in moderazione...In giro allora dovrebbero bendarmi...
    Hai fatto bene a non farti i fatti tuoi, sarebbe un eresia poi pensare che per discrezione non vengano letti i commenti.
    Grazie per la dritta!
    Un saluto!
    5
    postato da , il
    Molto carino Paul..come del resto tutti i tuoi racconti..
    Leggendo immaginavo lo sceneggiatore di questa "pellicola"...
    visualizzavo una "bella" persona.

    P.S. Non mi son fatto i fatti miei e ho letto i commenti :))
    Dico la mia...credo che il primo commento fosse in moderazione per la parola b*utt*
    Smack
    4
    postato da , il
    Grazie Eli!!!
    Sono im moderazione al primo commento, ma non capisco il motivo...
    3
    postato da , il
    Dopo la premessa la frase che conclude questo racconto è infinitamente bellissima dà un senso di libertà.
    2
    postato da , il
    Ciao Pricipessa, grazie per il bellissimo complimento, ma se la devo dire proprio tutta spesso sono stato "particolare" anche nel senso brutto del termine, ma senza mai transigere alle mie regole.

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:9.86 in 7 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti