Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: GIUSEPPE BARTOLOMEO
Padre nostro uno e trino,
siamo giunti al periodo di intima concentrazione
per prepararci intimamente alla settimana santa
morte e resurrezione di tuo figlio.
Il mercoledì delle ceneri
ci ricorda che siamo polvere e in polvere ritorneremo.
Con il capo chino ci inginocchiamo
accettando la nostra penitenza per salire sul calvario.
Dacci una piccola spinta per raggiungere la vetta,
per pregare ai piedi della croce
dove tuo figlio ci ha riaperto le porte della patria celeste.
Soli tra la croce e la terra che piange
noi tuoi figli ti preghiamo:
aspettaci con le braccia aperte e il tuo sorriso di padre.
Siamo tutti tuoi figli prodighi
che umiliati e pentiti riprendiamo il ritorno verso casa.

Tu, signore dell'universo e di noi mortali,
sai benissimo che noi uomini siamo di creta fragile,
le nostre madri e sorelle sono carne della nostra carne,
i nostri figli e figlie sono il risultato del nostro amore.
Padri, madri, figli e figlie
ci prostiamo davanti a te, padre uno e trino,
ascolta le nostre preghiere,
dacci coraggio per andare sempre avanti
con fede, speranza e carità.
Non ci far cadere nelle trappole delle tentazioni
degli angeli ribelli che ci circondano e invidiano.

In questo tempo di quaresima
aprici gli orizzonti del cuore e della mente,
raduna in tuo nome i cosiddetti grandi della terra
affinché pensino meno alle guerre e alle armi micidiali
e facciano sì che non manchi pane sulle mense di nessuno.
Ti preghiamo padre buono,
dacci una mano per abbellire questa grande casa
che ci hai regalato, questo globo azzurro che ci accoglie.
Guidaci come buon maestro e stratega,
a non far mancare il pane ai poveri, a soluzionare i tanti problemi
ancora da risolvere sulla politica, sulla religione,
sull'educazione, sulla giustizia e sulla pace.
Inviaci ancora una volta la colomba bianca
del tuo spirito per guidarci nei giorni di tempesta,
di oscurità mentale e di cuore.
Il cammino della quaresima ci guidi sulla retta via
per fermarci sul calvario
dove la vita e la morte si abbracciano
per un nuovo mondo di pace.
Amen.
Composta venerdì 31 gennaio 2020

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: GIUSEPPE BARTOLOMEO

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti