Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Nixegram

Sirene

Crolla l'albero maestro
del solitario veliero;
flutti e schegge e tuoni
vorticano nel buio di sale.

Rifrange un canto abissale
tra le onde e la schiuma canuta
che par quasi mimare il suon
di Natura, di pioggia e feroci lampi.

E d'improvviso cade dai nembi
una vitrea pioggia di spine:
un grido di dolore si spande
per l'aria, sommesso.

Dischiuso, come i petali
d'un bocciolo sgualcito,
sta disteso 'l marinaio
sul ponte di mezzo;
tornerà a fiorire
nella spirale del mondo.

E un raggio squarcia il nero:
cerchia la nave
di un incastonato silenzio.

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Nixegram

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti