Questo sito contribuisce alla audience di
Ho corso per esser da te
un miliardo di passi più in là
e abortito sul nascere magnifici istanti
privando ai miei occhi quel lampo che era guardarti.
L'ho fatto, così che avrei potuto un giorno guarire,
e salvarmi, null'altro.

L'esilio è una donna che puoi possedere soltanto a metà,
il doverne far senza e sorridere ancora
erge sbarre crudeli tra me e il mio profondo.
Io ne porto il fardello e sconto di tutte
la pena più aspra,
essere il martire e al contempo
il mio duro carnefice.

Immagini con frasi

    Info

    Dedica:
    A te, alla stella che ha il tuo nome, alla donna che ho perduto.

    Commenti

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati