Questo sito contribuisce alla audience di

Pensieri di Salvatore Riggio

Studente, nato mercoledì 1 febbraio 1989 a Grevenbroich (Germania)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Umorismo e in Racconti.

Scritta da: Salvatore Riggio
Sono già un paio di giorni che non ci vediamo per colpa di questa febbre che mi sta tormentando. Ti ho detto che comunque sia mi sto riprendendo e che domani ti verrò a trovare ma tu, testarda come sei, mi dicesti che anche se mi sentissi bene domani non sarei dovuto venirti a trovare, perché avrei dovuto riprendermi del tutto altrimenti mi ammazzavo. Io invece ti ricordo che ti ho affidato il mio cuore nelle tue mani tempo fa, che ti appartiene, ne sei la custode e io lontano da te ed esso un altro giorno non riuscirò a superare... Ho bisogno di vederti e sentire battere il mio cuore, mi manchi.
Salvatore Riggio
Composta giovedì 18 marzo 2010
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Salvatore Riggio
    Mi chiedi quanto io Ti Ami... e io ti rispondo che neanche un Ti Amo
    basti più a rendere l'idea, dovrò inventare due nuove parole sempre
    se ci riesco a infondere in parole quello che è tuo ormai.
    Hai presente l'inseparabile copia cielo e mare?
    Hai presente il loro orizzonte visivo che pare non conoscere fine,
    che si perdono a vista d'occhio?
    Ecco immagina che intorno ad essi ci sia qualcosa che li avvolga
    e che insieme a loro si confonde dai meandri più profondi
    degli abissi e si elevi oltre ogni singola stella.
    Così ti potrai fare una minima idea della complessità della tua domanda e della risposta che dovrò darti e capirai che non ci sono parole
    in cui io possa infondere tutto ciò.
    Salvatore Riggio
    Composta venerdì 15 gennaio 2010
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Salvatore Riggio
      Vorrei poterti comprare un castello ma non posso.
      Vorrei poterti regalare la luna ma non posso.
      Vorrei essere il tuo raggio di sole ma come posso
      esserlo se ne ho bisogno anch'io di una luce?
      No, nemmeno quello posso.
      Vorrei regalarti un sorriso ogni giorno ma come posso
      farlo se non riesco più a sorridere neanche io?
      No, nemmeno quello posso.
      Vorrei essere la tua forza che ti permette di svegliarti la mattina,
      il braccio che ti sostiene durante il pomeriggio ed essere
      l'ultimo dolce pensiero della sera che ti accompagnasse
      dinanzi a Morfeo il quale ti aprirebbe le porte dei sogni d'oro.
      Ma ahimè, nemmeno quello posso.
      L'unica cosa che posso fare e darti in mano il mio cuore
      ma a quanto pare per te non è abbastanza!
      Allora lo getterò via io...
      Salvatore Riggio
      Composta lunedì 21 dicembre 2009
      Vota la frase: Commenta